Giovedì 1 aprile 2010

Rischia una condanna il padre che sottrae il figlio per evitargli un intervento

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 12615 del 31 marzo, la Cassazione, Sesta sezione penale, ha annullato, con rinvio, una decisione di assoluzione dal reato di sottrazione di minore, pronunciata dai giudici di merito nei confronti di un uomo che aveva portato via il figlio alla ex compagna, sull'assunto di volergli evitare un intervento chirurgico.

Il Tribunale di prima istanza e la Corte d'appello di Bologna avevano rilevato la mancanza della piena prova circa l'infondatezza delle giustificazioni addotte dalla difesa dell'uomo che sosteneva di aver maturato la convinzione della pericolosita' dell'intervento per il quale, tra l'altro, era richiesta anestesia totale. Di diverso avviso i giudici di legittimita', i quali hanno, per contro, sottolineato come, quella prospettata, fosse una motivazione palesemente “illogica e contraddittoria”, “posto che la richiesta del consenso all'intervento avanzata nei confronti dell'imputato cozza inesorabilmente con la inevitabilita' dell'evento anche solo a livello putativo”. Al padre, “sarebbe, infatti, bastato, negare il suo consenso all'intervento chirurgico sul figlio minore per evitare l'intervento stesso”.
Fonte: CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA N. 12615 DEL 31 MARZO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS