Mercoledì 11 aprile 2012

Risarcimento del danno morale a seguito di mancato riconoscimento del figlio naturale

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, con sentenza n. 5652 del 10 aprile 2012, ha respinto il ricorso presentato da un uomo avverso la statuizione con cui i giudici di merito lo avevano condannato, contestualmente ad un accertamento di paternità, a versare al figlio 25mila euro a titolo di risarcimento dei danni per mancato mantenimento.

Secondo i giudici di legittimità, nella specie, il disinteresse dimostrato dal genitore nei confronti di un figlio, “manifestatosi per lunghi anni e connotato, quindi, dalla violazione degli obblighi di mantenimento, istruzione ed educazione” aveva determinato un vulnus, “dalle conseguenze di entità rimarchevole ed anche, purtroppo, ineliminabili, a quei diritti che, scaturendo dal rapporto di filiazione, trovano nella carta costituzionale (in particolare agli articoli 2 e 30) e nelle norme di natura internazionale recepite nel nostro ordinamento un elevato grado di riconoscimento e di tutela”.

E proprio in considerazione della lesione di interessi costituzionalmente garantiti – conclude la Corte – doveva ritenersi risarcibile anche il danno morale subito “per la lesione dei fondamentali diritti della persona inerenti la qualità di figlio”.
Fonte: http://static.ilsole24ore.com
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS