Giovedì 10 settembre 2015

Reato di dichiarazione infedele: rilevante è la data di spedizione

a cura di: FiscoOggi
Per la corretta imputazione al periodo di riferimento, è in quel momento che la fattura si considera emessa, qualora ci sia difformità con quanto annotato nel documento.

Al fine della configurazione del reato di dichiarazione infedele (articolo 4 del Dlgs 74/2000), la fattura attiva si considera emessa all'atto della sua spedizione.
È quanto affermato dalla Suprema Corte con la sentenza n. 34722/2015.

La vicenda processuale
I giudici di merito consideravano il legale rappresentante di una società colpevole del reato di dichiarazione infedele, secondo l'articolo 4 del Dlgs 74/2000, per aver indicato, nella dichiarazione Iva per il 2004, elementi attivi inferiori a quelli effettivi, superando le soglie di punibilità previste dalla norma incriminatrice.

Clicca qui per approfondimenti.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web