Mercoledì 12 ottobre 2016

Pronto soccorso: il codice di 'triage' non esenta il medico dal rimandare la visita del paziente

a cura di: AteneoWeb S.r.l.

La Corte di Cassazione, Sesta Sezione Penale, con la sentenza n. 40753 del 29-09-2016 ha chiarito che "in tema di rifiuto di atti di ufficio, il carattere di urgenza dell'atto ricorre nel caso del medico in servizio di guardia a cui sia richiesto di prestare il proprio intervento da personale infermieristico e medico con insistenti sollecitazioni, non rilevando che il paziente non abbia corso alcun pericolo concreto per effetto della condotta omissiva".

In base al suddetto principio, la Suprema Corte ha confermato la condanna per omissione di atti d'ufficio di un dirigente medico in servizio presso il Pronto Soccorso con mansioni di medico di guardia, per aver omesso di visitare una signora che si era presentata con un dolore al braccio sinistro in conseguenza di una caduta accidentale in bagno, accettata con codice triage verde.

L'assegnazione del codice di triage all'atto dell'accettazione, infatti, vale soltanto a definire un ordine di visita fra più pazienti in attesa, ma non ad esentare il medico dal dare corso alla visita del paziente o a rinviarla, la cui patologia sia valutata, ad un primo screening del personale paramedico, non grave.


Fonte: http://www.cortedicassazione.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS