Venerdì 5 novembre 2010

Per le gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro e' responsabile tutto il consiglio di amministrazione

a cura di: eDotto S.r.l.
La Cassazione, con sentenza n. 38991 del 4 novembre 2010, ha confermato la condanna per omicidio colposo dei consiglieri di amministrazione e del direttore di uno stabilimento industriale di Verbania per la morte di alcuni operai avvenuta a seguito dell'esposizione all'amianto. 
Gli amministratori sono stati tutti ritenuti responsabili dalla Corte di legittimita' in considerazione dell'estrema gravita' delle violazioni, reiterate e strutturali, delle disposizioni sull'igiene del lavoro le cui decisioni, di alto livello aziendale, non avrebbero potuto essere delegate. 
Con la decisione, i giudici di legittimita' hanno anche riconosciuto come legittimati a costituirsi parte civile gli enti di fatto – nella specie il sindacato - per la richiesta dei danni morali “per la lesione dell'interesse statutariamente perseguito di garantire la salute dei lavoratori nell'ambiente di lavoro, presidiato costituzionalmente dagli articoli 2 e 32 della Costituzione”, e di quelli patrimoniali conseguenti alle “eventuali diminuzioni patrimoniali conseguenti alla riduzione delle adesioni dei lavoratori per il venir meno della fiducia nella capacita' rappresentativa dell'istituzione “.
Fonte: CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA N. 38991 DEL 4 NOVEMBRE 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS