Mercoledì 2 dicembre 2009

Per la responsabilita' amministrativa degli enti spazio alla confisca dei soldi

a cura di: eDotto S.r.l.
La procura di Como, con decreto del 13 novembre 2009, ha fatto ricorso al decreto legislativo n. 231/2001 al fine di imputare alle societa' dei gestori degli impianti di carburante la responsabilita' amministrativa per reati previsti dal codice penale. Il caso e' quello della truffa sulle carte sconto benzina: ai comuni frontalieri la regione attribuisce un rimborso pari alle riduzioni che i gestori effettuano sul prezzo alla pompa per i residenti. I gestori richiedevano rimborsi per il massimo consentito dal plafond pur se la benzina non era stata interamente erogata. Il Tribunale comasco ha cosi' emesso una misura di natura cautelare di sequestro preventivo dei beni, somme in denaro, che costituiscono il prezzo del reato non essendo necessario provare la sussistenza degli indizi di colpevolezza e la prova della diretta relazione tra le somme e il profitto illecito della truffa. Infatti ai sensi del Dl. 231 e' possibile configurare come obbligatoria la confisca per la truffa aggravata commessa dai legali rappresentanti delle societa' e conseguente responsabilita' di queste per non aver posto in essere gli opportuni controlli sull’operato degli amministratori.
Fonte: http://www.laprovinciadicomo.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS