Mercoledì 14 ottobre 2009

Per il market abuse sanzioni penali ed amministrative

a cura di: eDotto S.r.l.
Le Sezioni Unite della Corte di cassazione, il 1° ottobre scorso, hanno emesso la sentenza definitiva sulla questione dell’equity swap Ifil-Exor confermando la pronuncia della Corte di appello di Torino del 2005, ossia l’applicazione delle sanzioni amministrative da parte della Consob, anche se in misura ridotta, ai soggetti coinvolti nell’equity swap ritenuti quindi responsabili dell’illecito di manipolazione di mercato (art. 187-ter Tuf).

La responsabilita' riguarda l’emissione di due comunicati stampa non rispondenti a verita' in merito alla vicenda equity swap Ifil-Exor.

In questa sede quello che interessa e' il fatto che i giudici di legittimita' hanno ritenuto applicabile il cumulo tra sanzione penale ed amministrativa quando lo stesso fatto delittuoso e' riportabile alle ipotesi di due disposizioni normative.

In sostanza non opera il principio di specialita' o di concorso apparente di norme sanzionatorie penali ed amministrative, tutto cio' in linea con il fine della direttiva sul market abuse che introducendo il doppio binario ha inteso unire sanzioni di natura penale con quelle amministrative.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 39 – Con il market abuse sanzioni cumulabili - Lunghini
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report