Lunedì 17 maggio 2010

Per il giudice il calendario e' una facolta' e non un obbligo

a cura di: eDotto S.r.l.
Con ordinanza depositata lo scorso 15 aprile, il Tribunale di Varese si e' pronunciato sul nuovo incombente della calendarizzazione del processo, per come introdotto dalla legge 69/09 all'articolo 81-bis delle disposizioni di attuazione del Codice di procedura civile.

Secondo il Tribunale lombardo, detto adempimento, per il giudice, ha natura discrezionale  e puo' non essere adottato nei casi in cui il ruolo sia ingestibile per l'elevato numero di cause da trattare. Le esigenze di celerita' e di organizzazione che la legge 69/09 ha voluto tutelare sarebbero infatti pregiudicate nel caso di imposizione del calendario a prescindere dal contesto concreto in cui l'attivita' giurisdizionale e' esercitata.

In realta' – si legge nel testo dell'ordinanza - l'articolo 81-bis servirebbe solo a specificare un potere che il giudice gia' possiede nella gestione del procedimento; con la fissazione dei "paletti" procedimentali viene perseguito l'intento di contenere la tempistica del rito; tuttavia, “qualora saltasse un incombente, per un qualsiasi motivo, non si rischiera' lo slittamento di tutte le udienze successive”.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 13 - L'agenda della lite non e` d'obbligo - Rossi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web