CAF 730 - diventa un centro di raccolta - Clicca per maggiori informnazioni!
Mercoledì 4 novembre 2009

Per gli atti del promotore paga in solido anche la banca

a cura di: eDotto S.r.l.
Con la sentenza n. 34526 del 7 settembre 2009, la seconda sezione penale della Corte di cassazione ha confermato la condanna di una banca, che fungeva da intermediario finanziario, per essere responsabile civilmente dei danni causati da un promotore, anche se costui aveva agito violando le regole contrattuale stabilite dalla banca. La difesa della banca aveva sostenuto l’estraneita' della responsabilita' come intermediario in quanto il cliente aveva regolato direttamente il rapporto con il promotore, a dimostrazione dell’assenza di un nesso causale tra l’illecito perpetrato e il comportamento della banca. Posizione questa che non ha convinto la Corte di cassazione che ha ricordato come, ai sensi dell’art. 31 del Tuf, l'intermediario risponde in solido per i danni arrecati a terzi dai suoi promotori, anche se conseguenti a responsabilita' penale. Inoltre non viene meno il nesso di causalita' tra l’attivita' del promotore e la responsabilita' in solido dell’intermediario per il fatto che il rapporto tra cliente e promotore si sia svolto in difformita' di quanto stabilito dal contratto bancario.
Fonte: http://www.lastampa.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali