Martedì 15 settembre 2009

Pene pecuniarie anche al socio in caso di infedele dichiarazione

a cura di: eDotto S.r.l.
La Cassazione, con la sentenza n. 19546 del 10 settembre 2009, ha respinto il ricorso presentato da un contribuente che, quale socio di una piccola azienda, era stato sanzionato dal Fisco poiche' non aveva dichiarato, per la parte di sua spettanza, il reddito societario risultante dalla rettifica dell'Amministrazione finanziaria. Mentre il ricorrente asseriva che le pene pecuniarie non dovevano essere applicate nei confronti dei soci compartecipi, essendo la loro dichiarazione il riflesso di quella della societa', la Corte di legittimita', in conformita' con quanto statuito dalla Commissione tributaria centrale, ha ritenuto che “il socio non puo' farsi scudo della societa', attribuendo esclusivamente ad essa la violazione fiscale, atteso che la sua posizione nell'ambito della compagine sociale, tanto nel caso in cui rivesta la carica di amministratore, quanto, a maggior ragione, qualora come la rivesta, gli consente il controllo dell'attivita' della societa' e della sua compatibilita' e quindi di verificare l'effettivo ammontare del suo reddito e, pertanto, degli utili conseguiti in proporzione alla propria quota di partecipazione”.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web