Mercoledì 9 dicembre 2009

P.a.: no al concorso in presenza di domande di mobilita'

a cura di: eDotto S.r.l.
E’ ormai pacifico, in tema di accesso al pubblico impiego, che le pubbliche amministrazioni debbono, prima di bandire un concorso per la copertura di posti, verificare che non vi siano domande di mobilita'. Lo ha nuovamente ribadito il Tar Emilia Romagna con sentenza n. 2634 del 2 dicembre 2009 sottolineando come per la p.a. vige l’obbligo, di fronte a carenze organiche, di preferire la mobilita' alla procedura concorsuale; cio' e' fuor di dubbio leggendo il disposto dell’art. 30 D.lgs. 1651. La norma, infatti si pone il fine di limitare le assunzioni nel settore pubblico, per esigenze di economicita' della spesa pubblica e di porre un limite agli organici. Indire un bando di concorso comporta, invece, un aggravio di spesa che non si ha qualora si proceda con modalita' come quella di vagliare la disponibilita' di mobilita' di personale gia' esistente.
Fonte: TAR EMILIA ROMAGNA - SENTENZA N. 2634 DEL 2 DICEMBRE 2009
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS