Mercoledì 20 maggio 2015

Omesso versamento dell'Iva: inutile invocare crisi di liquidita'

a cura di: FiscoOggi
Respinta la tesi volta a giustificare la condotta dell'imputato con le sue pessime condizioni economiche e con il mancato pagamento delle fatture da parte dei clienti.

La Corte di cassazione, con sentenza 18501 del 5 maggio 2015, ha statuito che nel reato omissivo per mancato versamento dell'Iva, "non puo' essere invocata, per escludere la colpevolezza, la crisi di liquidita' del soggetto attivo, ove non si dimostri che la stessa non dipenda dalla scelta di non far debitamente fronte alla esigenza predetta". Grava sul contribuente l'obbligo di accantonare l'Iva dovuta, organizzando le risorse disponibili in modo da poter adempiere all'obbligazione tributaria.

Evoluzione processuale della vicenda
Il tribunale di Bari, con sentenza del 13 aprile 2012, aveva dichiarato il contribuente colpevole dei reati di cui all'articolo 10-ter del Dlgs 74/2000, contestandogli l'omesso versamento dell'Iva dovuta per i periodi di imposta 2005 e 2006.
L'imputato ricorreva in appello sostenendo che non sussisteva il dolo di evasione perche' i corrispettivi fatturati non erano mai stati incassati.
Con sentenza del 15 novembre 2013, la Corte d'appello aveva confermato la sentenza impugnata, ritenendo infondati i rilievi difensivi.

Continua a leggere.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS