Venerdì 19 marzo 2010

Ok all'obbligatorieta' della conciliazione in materia di servizi di telecomunicazione

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di giustizia europea, con sentenza pronunciata il 18 marzo scorso sulla causa C-317/08, si e' occupata del Codice delle comunicazioni elettroniche (Decreto legislativo 259/2003 con cui l'Italia ha recepito la Direttiva 2001/22/Ce) ritenendo conforme alle norme comunitarie la disposizione nazionale che prevede, con riferimento alle controversie in materia di servizi di comunicazioni elettroniche tra utenti finali e fornitori di tali servizi, l'obbligatorieta' del tentativo di conciliazione.

Secondo i giudici comunitari, in particolare, la restrizione prevista dalla normativa nazionale italiana e' ispirata ad un interesse generale - definire le liti in maniera piu' veloce e meno onerosa e decongestionamento dei tribunali – ed e' proporzionata agli obiettivi prefissati; la previsione della facoltativita' del tentativo – spiega la Corte – sarebbe stata sicuramente meno efficace. La detta normativa - conclude l'organo di giustizia europeo - e' anche in linea ai principi di equivalenza e di effettivita', nonche' il principio della tutela giurisdizionale effettiva.
Fonte: CORTE DI GIUSTIZIA DELLE COMUNITA'' EUROPEE – CAUSA C-317/08 – SENTENZA DEL 18 MARZO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web