Lunedì 23 settembre 2013

Non c’è violazione di domicilio quando l’attività si svolge in casa

a cura di: FiscoOggi
La Costituzione, in mancanza della rappresentazione di gravi indizi di infrazioni, vieta l’accesso al luogo utilizzato esclusivamente come abitazione, anche al Fisco.

Per accedere ai locali del contribuente adibiti promiscuamente ad attività commerciale o professionale e ad abitazione, la Guardia di finanza necessita di un’autorizzazione della competente procura della Repubblica, non motivata però con l’individuazione e l’enunciazione di gravi indizi che inducono a ritenere violate le norme tributarie (articolo 52, comma 1 e 2, Dpr 633/1972).
Lo ha affermato la Cassazione con la sentenza n. 20551 del 6 settembre.

A seguito di processo verbale di constatazione della Guardia di Finanza, l’ufficio di Catania emetteva un avviso di accertamento per l’anno 1998, con il quale contestava al contribuente l’omessa dichiarazione di maggiori ricavi e l’indebita contabilizzazione di costi, e liquidava maggiori imposte (Irpef, addizionale regionale, Irap e contributo al Ssn), oltre alle relative sanzioni.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS