CAF 730 - diventa un centro di raccolta - Clicca per maggiori informnazioni!
Domenica 25 luglio 2010

No alla ricusazione del giudice per la pendenza di una causa col difensore

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 27711 depositata lo scorso 16 luglio, la Terza sezione penale di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato da un legale avverso la decisione con cui la Corte d'appello di Lecce aveva dichiarato inammissibile la dichiarazione di ricusazione nei confronti del magistrato monocratico del Tribunale di Taranto, nell'ambito di un procedimento penale in capo ad un cliente del ricorrente. 
L'avvocato sosteneva che la dichiarazione di ricusazione del giudice per grave inimicizia intercorrente tra lo stesso e una delle parti private, in base ad interpretazione costituzionalmente orientata, andasse estesa anche alla posizione del difensore di parte; nella vicenda in esame, cioe', il legale pretendeva che venisse considerata rilevante, ai fini della ricusazione, l'esistenza di un procedimento civile pendente tra lo stesso ed il magistrato di specie. 
Secondo la Corte di legittimita', tuttavia, “la sola citazione in giudizio del magistrato per responsabilita' extracontrattuale in un procedimento pendente tra il giudice e il difensore della parte”, non essendo idonea a qualificare il giudice come “debitore” del difensore, non puo' concretizzare, di per se', “una legittima causa di ricusazione”. Inoltre, i giudici di legittimita' hanno ritenuto manifestamente infondata la questione di legittimita' costituzionale sollevata dal legale nei confronti dell’articolo 36 del Codice penale e cio' sull'assunto secondo cui “solo il rapporto di ostilita' tra giudice e parte costituisce serio e univoco pericolo per la serenita' e imparzialita' del giudizio”.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 20 - Notizie In breve – Cassazione
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web