Venerdì 25 giugno 2010

Niente ronde per le "situazioni di disagio sociale"

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte Costituzionale, con sentenza n. 226 del 24 giugno, si e' pronunciata sui giudizi di legittimita' costituzionale promossi dalle Regioni Toscana, Emilia-Romagna e Umbria, nei confronti della disposizione introduttiva delle cosiddette “ronde” di cittadini, contenuta nella legge in materia di sicurezza pubblica n. 94/2009.
Nel dettaglio la Consulta ha dichiarato l’illegittimita' costituzionale dell’articolo 3, comma 40, della detta legge nella parte in cui prevede che i sindaci possano avvalersi della collaborazione di cittadini privati non armati anche nel caso di “situazioni di disagio sociale”. Per il Supremo collegio, infatti, mentre la situazione di “sicurezza urbana”, intesa in senso restrittivo come circoscritta alla prevenzione dei reati e al mantenimento dell’ordine pubblico, non sarebbe in contrasto con le previsioni costituzionali, per contro, per quanto attiene al riferimento alternativo alle “situazioni di disagio sociale”, si tratterebbe di un'espressione “generica“ e volta “ad abbracciare una vasta platea di ipotesi di emarginazione” che non risulterebbe conforme al dettato costituzionale. Tale formula, infatti, ricomprenderebbe degli interventi riconducibili alla materia delle “politiche sociali” di competenza legislativa residuale delle Regioni.
Fonte: CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA N. 226 DEL 24 GIUGNO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report