Giovedì 10 settembre 2009

Niente riparazione per ingiusta detenzione in caso di colpa grave

a cura di: eDotto S.r.l.
Con una sentenza del 9 settembre 2009, la n. 35030, la Cassazione ha confermato una decisione con cui la Corte d'appello di Roma aveva rigettato l'istanza di riparazione per ingiusta detenzione avanzata da un uomo che era stato prosciolto dall'accusa di aver partecipato, con finalita' eversive, a un'organizzazione criminale. I giudici di secondo grado, in particolare, avevano ravvisato nella condotta dell'uomo una “colpa grave” nella determinazione del suo stato detentivo in quanto soleva avere contatti e frequentazioni con il mondo della militanza anarchica. Dello stesso avviso la Corte di legittimita', la quale ha anche aggiunto che, nel caso di specie, la condotta del soggetto aveva posto in essere una situazione tale da dare una non voluta, ma prevedibile, ragione di intervento, da parte dell'autorita' giudiziaria, con il provvedimento cautelare. In questi casi, continua la IV sezione penale, “la valutazione del giudice della riparazione si svolge su un piano diverso, autonomo rispetto a quello del giudice del processo penale” in quanto deve valutare “se le condotte si posero come fattore condizionante alla produzione dell'evento detenzione”.
Fonte: ItaliaOggi, p. 16 – Paletti all'ingiusta detenzione - Alberici
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS