Giovedì 18 marzo 2010

Niente difesa d'ufficio per il praticante avvocato

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte costituzionale, con sentenza depositata il 17 marzo 2010, la n. 106, ha dichiarato l’illegittimita' costituzionale dell’articolo 8, secondo comma, ultimo periodo, del Regio decreto-Legge 27 novembre, 1933, n. 1578 relativo all'ordinamento delle professioni di avvocato e procuratore, nella parte in cui prevede che i praticanti avvocati possono essere nominati difensori d’ufficio.

Tale fattispecie – sottolinea la Consulta – consentirebbe che all’indagato o all’imputato possa essere assegnato, senza il concorso della sua volonta', un difensore che non ha percorso l’intero iter abilitativo alla professione. Non solo, nel caso di nomina a favore dell’irreperibile, sarebbe esclusa ogni possibilita' di porre rimedio all’inconveniente denunciato, mediante la sostituzione con un difensore di fiducia. Verrebbe meno, quindi, la garanzia dell’effettivita' della difesa, per come costituzionalmente tutelata dall'articolo 24 della Costituzione.
Fonte: CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA N. 106 DEL 17 MARZO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report