Martedì 29 giugno 2010

Niente consumo di gruppo se l'acquisto non avviene, fin dall'inizio, anche per conto degli altri

a cura di: eDotto S.r.l.
La Cassazione, con sentenza n. 24432 del 28 giugno 2010, ha respinto i ricorsi avanzati da due uomini avverso la decisione con cui il Gup del Tribunale di Roma, prima, e la Corte d'appello, poi, li aveva condannati per concorso in cessione di droga e violenza sessuale nei confronti di tre ragazze minorenni. Le difese dei due imputati lamentavano che i giudici di merito avessero negato la sussistenza del consumo di gruppo senza considerare lo stato di tossicodipendenza e la consapevolezza degli altri soggetti che avevano partecipato all'incontro. 
La Corte di legittimita' ha cosi' spiegato che perche' possa configurarsi un “consumo di gruppo”, “l'acquisto e la detenzione destinata all'uso personale deve avvenire fin dall'inizio per conto e nell'interesse anche di altri soggetti dei quali sia certa l'identita' e la manifesta volonta' di procurarsi le sostanze destinate al proprio consumo, verificandosi cosi' una situazione di codetenzione e non di cessione”. Per contro – continuano i giudici della Sesta sezione penale - nei casi, come quello di specie, in cui gli agenti utilizzano la sostanza stupefacente da loro procurata o gia' in loro possesso “per iniziare all'uso di essa non consumatori nei quali manca lo scopo che caratterizza la detenzione come codetenzione”, sicche' questi si trovano in rapporto di estraneita' e diversita' rispetto a coloro cui forniscono la droga e la loro condotta si caratterizza come "cessione”, non si ha omogeneita' teleologica della condotta e, pertanto, il consumo di gruppo non si verifica.
Fonte: http://static.ilsole24ore.com
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS