Lunedì 6 dicembre 2010

Nella guida occorre considerare anche le imprudenze degli altri

a cura di: eDotto S.r.l.
In
tema di responsabilità per sinistri stradali, la Corte di
cassazione, sezione penale, ha più volte ribadito che il conducente
è tenuto a regolare la propria condotta stradale in modo che non
costituisca pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose, ciò
comprendendo anche l'eventuale comportamento irregolare degli altri.
Purchè tale comportamento non assuma il carattere della
imprevedibilità.
Tale
principio è stato ulteriormente confermato dalla sentenza della
quarta sezione penale n. 41571/2010 che ha condannato una conducente
la quale, immettendosi in una strada a traffico intenso, non aveva
considerato la possibilità del sopraggiungere di altri utenti della
strada occupando la sede stradale pur non avendo piena visibilità.
Infatti la sua condotta ha determinato la morte di un motociclista,
sebbene costui avesse a sua volta tenuto una condotta irregolare.
I
giudici della cassazione hanno stabilito che la norma
comportamentale viene dettata proprio al fine di prevenire eventi
antigiuridici ed a essa deve necessariamente adeguarsi il
destinatario.

Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web