Lunedì 21 giugno 2010

Nell'apprezzamento delle prove non puo' essere tralasciato alcun “tassello”

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, Quinta sezione penale, con sentenza n. 21624 del 2010, ha accolto il ricorso presentato dal procuratore della Repubblica avverso la decisione con cui il Tribunale del riesame di Catanzaro aveva annullato la misura cautelare disposta nei confronti di un uomo degradando, altresi', il reato imputato a quest'ultimo da "partecipazione associativa" a mero "favoreggiamento".

Secondo la Procura, il giudice del riesame non aveva preso in considerazione alcuni elementi tra i quali il fatto che l'indagato fosse titolare dell'azienda agricola all'interno della quale erano state rinvenute delle armi, che lo stesso intrattenesse frequenti contatti con un noto pregiudicato e che lo stesso avesse ospitato due latitanti. Per i giudici di legittimita', “l'apprezzamento del compendio di prova esige una valutazione sinergica e non parcellizzata dei vari indizi, ciascuno dei quali, isolatamente considerato, risulterebbe vulnerato nella sua capacita' dimostrativa, in quanto suscettibile di interpretazione alternativa”. In particolare – si legge nel testo della sentenza - il decidente, in tema di criminalita' organizzata, non puo' tralasciare alcun “tassello del mosaico indiziario, valorizzando anche la cultura di cui si nutrono i sodalizi mafiosi”.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 8 - Prove da verificare nell'insieme – S. Pas.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS