Lunedì 26 luglio 2010

Morte per overdose: per la responsabilita' dello spacciatore occorre verificare sia il nesso che la prevedibilita' dell'evento

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, con la sentenza n. 25973 del 2010, si e' pronunciata sulla vicenda giudiziaria relativa ad un uomo che era stato condannato, dai giudici di prime cure, per spaccio di droga e per la morte da overdose del soggetto a cui lo stesso aveva ceduto la sostanza stupefacente. 
La Corte di legittimita', in particolare, ha accolto il ricorso presentato dal pusher con riferimento alla seconda imputazione rilevando come i giudici di merito avessero addebitato il decesso al ricorrente sulla sola base del nesso di causalita' e senza una concreta verifica in ordine alla prevedibilita' dell'evento stesso. Per i giudici di legittimita', infatti, il pusher poteva ritenersi responsabile solo qualora la morte del tossico fosse stata "rimproverabile" in quanto prevedibile e solo, quindi, se l'imputato avesse violato le regole cautelari che impongono di evitare rischi connessi all'assunzione degli stupefacenti. Tale circostanza, tuttavia, non era stata verificata nel caso in esame e, per questo, la condanna per la morte del tossicodipendente andava annullata. Confermata, in ogni caso, la condanna per spaccio.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 12 - Il pusher non sempre «paga» per l'overdose – Lusa, Pascasi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali