Mercoledì 21 ottobre 2009

Mediazione civile e commerciale: la sua durata non rileva ai fini dell’equo indennizzo

a cura di: eDotto S.r.l.
Il Consiglio dei ministri in questi giorni e' chiamato ad esaminare lo schema di decreto legislativo che prevede una alternativa stragiudiziale, ossia la mediazione, alle controversie civili e commerciali. Una innovazione del provvedimento riguarda il periodo di durata della mediazione, non piu' di 4 mesi, che non sara' conteggiato nel calcolo relativo al legittimo indennizzo per l’eccessiva durata del processo (c.d. Legge Pinto). Per quanto riguarda il meccanismo della mediazione, il Cdm punta a prevedere incentivi fiscali assieme a delle penalizzazioni. Il consesso dovra' decidere se andare verso una previsione di deducibilita' oppure di credito di imposta per coloro che sceglieranno la strada alternativa alla lite. In ogni caso e' assicurata l’esenzione totale per tutti i documenti, atti e provvedimenti del procedimento di mediazione. Il decreto finale conterra' una norma secondo cui la parte che non aderisce alla proposta di conciliazione, quindi adisce il giudice e risulta vittoriosa con un provvedimento di contenuto uguale a quello rifiutato, non avra' diritto al risarcimento delle spese da parte del soccombente ed anzi dovra' risarcire le spese da questo sostenute.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 33 – Condanna alle spese anche per chi vince - Negri
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS