Martedì 4 giugno 2013

Marchio ceduto e ricomprato a costo esagerato: e' elusione fiscale

a cura di: FiscoOggi
L’antieconomicità dell’operazione fa scattare l’abuso di diritto e determina l’indeducibilità dei costi, salvo la possibilità, per il contribuente, di fornire prova contraria.
La Corte di cassazione, con la sentenza n. 12282 del 20 maggio 2013, ha ritenuto che può essere considerata come elusiva l’operazione commerciale in virtù della quale la società ha ceduto il marchio, riacquistandolo subito dopo a un prezzo maggiore. Ne deriva che l’operazione della vendita del marchio e del successivo riacquisto non può che essere considerata antieconomica, quindi elusiva, nell’ambito della quale i costi non possono essere dedotti.

La vicenda concerne la notifica a una Srl di due avvisi di accertamento, relativi a Ires e Irap, con i quali l’ente impositore recuperava a tassazione l’indebita deduzione di costi ritenuti fittizi, ex articolo 109 del Dpr 917/1986.
Con l’articolata sentenza n. 12282/2013, la Sezione tributaria ha stabilito, sostanzialmente, che la vendita di marchi d’impresa e il riacquisto del mero diritto di sfruttamento parziale a un prezzo decisamente più alto rispetto a quello di cessione fa scattare l’abuso di diritto (si ricorda che i marchi nazionali sono disciplinati dagli articoli 2569-2574 del codice civile, nonché dal Dlgs 30/2005, codice della proprietà industriale).


Fonte: http://www.fiscooggi.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS