Giovedì 2 dicembre 2010

Le sanzioni interdittive del Decreto 231 anche nei casi di corruzione internazionale

a cura di: eDotto S.r.l.
Ribaltata dalla Cassazione – sentenza n. 42701 del 1° dicembre scorso – la decisione con cui il Tribunale di Milano aveva respinto la richiesta avanzata dal Pm di applicazione della misura interdittiva del blocco dei contratti in essere tra Eni e Saipem ed una compagnia petrolifera della Nigeria sulla base della normativa contenuta nel Decreto 231 per presunta corruzione internazionale.

Secondo i giudici di legittimità, il richiamo contenuto nell'articolo 25 del decreto 231 circa l'applicabilità delle misure interdittive deve considerarsi rivolto alle ipotesi base di corruzione comprensive anche delle estensioni soggettive contemplate nel comma 4 e quindi, anche nel caso di corruzione internazionale.

Una diversa interpretazione – continua la Corte – renderebbe il sistema sanzionatorio del decreto 231 del tutto irragionevole.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS