Lunedì 24 maggio 2010

La rottura del fidanzamento senza giusto motivo non e' condotta illecita

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di Cassazione ha confermato la pronuncia della Corte d’appello che, ai sensi dell’art. 81 del codice civile, aveva affermato esistere l’obbligo del fidanzato a risarcire il danno derivate dalla rottura della promessa di matrimonio, senza fornire adeguato motivo.

Ma la sentenza n. 9052 del 2010 della Corte di cassazione ha anche osservato che sciogliere una promessa di matrimonio fa parte del diritto fondamentale di liberta' che ogni individuo ha di contrarre o meno matrimonio: pertanto la rottura ingiustificata del fidanzamento non puo' essere classificata una condotta antigiuridica. Inoltre la promessa di matrimonio non rientra tra i contratti e non costituisce un vincolo giuridico tra le parti.

Pero' qualora il recesso avvenga senza giustificato motivo ne consegue l’obbligo del promittente di risarcire il danno cagionato all’altra parte.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 8 - Niente nozze, si` alle restituzioni - Russo
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali