Lunedì 27 settembre 2010

La procura deve avere la stessa forma del relativo negozio

a cura di: eDotto S.r.l.
Le Sezioni Unite civili della Corte di cassazione, con sentenza del 15 giugno 2010 n. 14292 hanno affermato, in materia di contratti, il principio secondo cui “la procura relativa alla diffida ad adempiere di cui all’art. 1454 c.c. deve essere rilasciata per iscritto, indipendentemente dal carattere eventualmente solenne della forma richiesta per il contratto destinato in ipotesi ad essere risolto”.

I giudici hanno sottolineato come la diffida ad adempiere sia da considerare alla stregua di un contratto potendo essa incidere sulla sorte di un rapporto attraverso l’automatica risoluzione del vincolo contrattuale qualora l'intimato non adempia nel termine fissato, senza passare per il giudice. E' quindi soggetta alle norme sulla rappresentanza secondo cui la procura deve essere rilasciata nella stessa forma prevista per il negozio a cui e' collegata.

Poiche' dunque la diffida deve essere rivolta all’inadempiente per iscritto, e' indispensabile che la procura per intimarla venga rilasciata in questa stessa forma dal creditore al suo rappresentante, indipendentemente dal carattere eventualmente “solenne” della forma richiesta per il contratto destinato in ipotesi a essere risolto.
Fonte: ItaliaOggi7 – Avvocati Oggi, p. VII – La diffida ha sempre la forma scritta - Ciccia
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS