Martedì 25 giugno 2013

La nuova convivenza non pregiudica l'assegnazione della casa coniugale. Prevale, comunque, l'interesse dei figli

a cura di: eDotto S.r.l.
Con ordinanza n. 15753 depositata il 24 giugno 2013, la Corte di cassazione ha confermato la decisione con cui i giudici di appello, nell'ambito di un procedimento di separazione personale, avevano assegnato ad una donna, affidataria della figlia minore della coppia, la casa coniugale, di proprietà comune dei coniugi.

L'ex marito si era opposto a detta statuizione in considerazione della nuova convivenza della coniuge con altro uomo, sempre nella medesima abitazione.

La Suprema corte, nel ricordare come in queste situazioni occorre sempre tenere in considerazione il preminente interesse del figlio convivente, non autosufficiente economicamente, ha ritenuto adeguatamente motivata ed insuscettibile di controllo di legittimità la valutazione di merito operata dai giudici di secondo grado.

L'esigenza prioritaria – sottolinea la Corte – è di non pregiudicare la serenità dei figli, aggiungendo ai disagi che conseguono dal divorzio dei genitori anche quelli collegati all'allontanamento dalla casa familiare.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web