Lunedì 18 luglio 2011

La banca paga i danni se non informa specificamente i clienti sul rischio titoli

a cura di: eDotto S.r.l.
Il tribunale di Prato con sentenza n. 1432 del 13 luglio 2011 ha accolto la richiesta dei ricorrenti, clienti di una banca, dichiarando la risoluzione per inadempimento sia del contratto quadro che dell’ordine per l’acquisto di bond argentini; inoltre ha sancito la condanna della banca a risarcire i danni pari alla differenza tra la somma investita per l’acquisto dei titoli argentini e quella percepita per la loro vendita.

Il tribunale, dopo aver accertato che la banca ha adempiuto agli obblighi imposti dalla legge circa le regole generali che presiedono la disciplina generale delle obbligazioni, ricorda che sussistono però una serie di obblighi ulteriori posti dai regolamenti. Infatti l’art. 28, 2° comma, del reg. 11522/1998 prescrive l’obbligo di informazione specifica sulla natura, sui rischi e sulle implicazioni della singola operazione.

E in tale situazione la banca è risultata inadempiente avendo usato un’espressione troppo generica, non idonea a provare di “aver fornito tutte le informazioni necessarie a consentire al cliente di fare una scelta consapevole in ordine alla natura ed ai rischi relativi ad un titolo indicato dalle agenzie con un rating progressivamente sempre più basso”.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali