Giovedì 8 aprile 2010

L'indennizzo riconosciuto deve essere correlato a quanto richiesto

a cura di: eDotto S.r.l.
Nel giudizio promosso per il risarcimento da ingiusta detenzione, il giudice non puo' liquidare un indennizzo quantitativamente piu' alto rispetto a quello richiesto dal ricorrente; deve esservi, cioe', correlazione fra il chiesto e il pronunciato.

E' quanto ricordato dai giudici di legittimita' nel testo della sentenza n. 12902 del 7 aprile 2010 con la quale e' stata ribaltata una decisione della Corte di appello di Lecce che aveva riconosciuto in favore di un uomo, accusato di reati di mafia, un indennizzo per l'ingiusta detenzione pari alla somma di 60 mila euro quando lo stesso, nel ricorso, ne aveva chiesti solo 25 mila. Proprio in funzione della natura civilistica della procedura per la riparazione dell'ingiusta detenzione, “la condanna del ministero dell'Economia al pagamento dell'indennizzo consegue necessariamente alla proposizione della domanda da parte dell'interessato”.
Fonte: ItaliaOggi, p. 20 – Ingiusta detenzione risarcita secondo le richieste di parte
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS