CAF 730 - diventa un centro di raccolta - Clicca per maggiori informnazioni!
Lunedì 8 novembre 2010

L'impiegato postale svolge un pubblico servizio e puo' essere condannato per peculato

a cura di: eDotto S.r.l.
Perche' venga realizzata la fattispecie del reato di peculato, ex art. 314 del Codice penale, non e' richiesto che la “cosa” sottratta sia di proprieta' dell'amministrazione pubblica. In secondo luogo il dipendente delle Poste italiane deve essere considerato incaricato di pubblico servizio in quanto l'attivita' svolta dall'ente poste relativa al risparmio postale, nonostante la privatizzazione, rimane di matrice pubblicistica.

Sono le due precisazioni fornite dalla Corte di cassazione, sezione sesta penale, con sentenza n. 33610 del 15 settembre 2010, che ha confermato la condanna di un impiegato delle poste per il reato di peculato avendo costui sottratto il denaro consegnatogli da un correntista invece di versarlo sul libretto postale di questo.
Fonte: CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA N. 33610 DEL 15 SETTEMBRE 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS