Giovedì 17 marzo 2011

L'assenza di informativa sulla conciliazione puo' essere fatta valere solo dal cliente

a cura di: eDotto S.r.l.
Mentre impazzano le proteste degli avvocati contro le nuove disposizioni che, a partire dal prossimo 21 marzo, rendono la conciliazione obbligatoria nelle liti civili, il Tibunale di Varese, a mezzo di un'ordinanza del 1° marzo 2011, interviene in ordine ad un interessante aspetto della conciliazione stessa, l'informativa.

Secondo il giudice varesino, l'eventuale assenza dell'informativa da parte del legale al cliente sulla possibilità che ha quest'ultimo di risolvere la controversia a mezzo dello strumento conciliativo, può essere fatta valere, ai fini dell'annullabilità del mandato, esclusivamente dall'assistito stesso. Una diversa lettura della norma contenuta all'articolo 4, comma 3 del Dl 28/2010, “la quale consentisse anche alla controparte di demolire il contratto di patrocinio del partner litigante difficilmente sfuggirebbe alle maglie della incostituzionalità”.

In ogni caso, si legge, altresì, nell'ordinanza, lo stesso giudice può comunque intervenire per informare la parte interessata dell'esistenza di una via alternativa al processo per arrivare a risolvere la causa.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS