Giovedì 5 settembre 2013

Inutile vendere la casa al marito per sfuggire al debito con l’Erario

a cura di: FiscoOggi
Disfarsi in extremis della proprietà del bene fingendosi incapiente, non è un rimedio valido che salva da quanto dovuto a Equitalia per non aver pagato la cartella esattoriale notificata.

L’agente della riscossione, ai sensi dell’articolo 49, comma 1, del Dpr 602/1973, può mettere in pratica ogni azione cautelare e conservativa posta a favore del creditore, ivi inclusa quella ordinaria avente l’effetto di rendere inefficaci nei confronti del creditore, agente in revocatoria, gli atti dispositivi del bene del debitore.
Questa è la conclusione sostanziale cui è giunto il Tribunale di Padova che, con la sentenza 1253/2/2013 del 16 maggio, ha accolto la domanda di Equitalia sulla base del fatto che l’elemento soggettivo richiesto, tra l’altro, ai fini dell’esperibilità dell’azione revocatoria ordinaria (actio pauliana), a norma dell’articolo 2901 del codice civile, è stato ritenuto pienamente sussistente nella fattispecie concreta posta al suo esame (cessione di cespite immobiliare avvenuta in ambito familiare e successiva alla ricezione di alcune cartelle di pagamento).


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS