CAF 730 - diventa un centro di raccolta - Clicca per maggiori informnazioni!
Martedì 15 luglio 2014

Interventi su beni non di proprietà: niente bonus se manca l’autonomia

a cura di: FiscoOggi
Il credito d’imposta per gli investimenti nelle aree svantaggiate spetta per le spese incrementative se i costi sono contabilizzabili in bilancio tra le immobilizzazioni materiali.

In tema di agevolazioni fiscali per le aree svantaggiate, il credito d'imposta previsto dall'articolo 8 della legge 388/2000, per i soggetti titolari di reddito d'impresa che hanno effettuato nuovi investimenti, spetta per i beni strumentali, materiali e immateriali, che siano nuovi e fiscalmente ammortizzabili. Sono agevolabili anche gli investimenti che consistono in spese di ampliamento, ammodernamento o miglioramento degli elementi strutturali di un'immobilizzazione e si traducono in un aumento significativo e misurabile di capacità o di produttività o di sicurezza o di vita utile.

Tali costi possono essere sostenuti anche su beni non di proprietà dell'impresa, quali, ad esempio, quelli utilizzati in virtù di un contratto di locazione: in tal caso, per fruire dell’agevolazione, il contribuente deve dimostrare l'amovibilità delle opere di miglioria eseguite che devono configurarsi quale bene autonomo rispetto all'immobile di proprietà dei terzi cui accedono. In altri termini, deve trattarsi di spese da classificare, secondo corretti principi contabili, tra le immobilizzazioni materiali, a differenza di quelle che, seppur incrementative, non costituiscono beni autonomi ma, stante l’accessione su beni di terzi, meri costi deducibili.

Si desume dall’ordinanza della Cassazione n. 14980 dello scorso 1 luglio, conforme alla prassi dell’Agenzia delle Entrate e all’orientamento consolidato della giurisprudenza di legittimità.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS