Lunedì 4 ottobre 2010

Infedele patrocinio anche dopo la conclusione del giudizio

a cura di: eDotto S.r.l.
La Sesta sezione penale di Cassazione, con sentenza n. 34375 del 23 settembre 2010, ha rigettato il ricorso presentato da un avvocato avverso la decisione con cui i giudici di appello gli avevano confermato la condanna per infedele patrocinio nei confronti di tre clienti; lo stesso, in particolare, era stato ritenuto responsabile per aver omesso di portare a esecuzione una sentenza favorevole ai patrocinati pronunciata dal Tar nell'ambito di un giudizio amministrativo volto a far dichiarare l'illegittimita' della concessione edilizia rilasciata dall'autorita' comunale a dei contro-interessati. Non solo. Il legale, dopo aver inviato al sindaco una diffida ad adempiere, aveva successivamente revocato detto atto comunicando l'avvenuta bonaria composizione della controversia e paralizzando, di fatto, l'effetto della diffida. 
Il difensore si era opposto alla decisione di specie sostenendo che nel momento dell'emissione della sentenza da parte del Tar era esaurito il rapporto giudiziario pendente tra le parti e, conseguentemente, il mandato alle liti. In assenza della pendenza del giudizio, non poteva, cioe', configurarsi alcuna ipotesi di patrocinio infedele a suo carico. 
Diversa la posizione dei giudici di legittimita' secondo cui, nella specie, erano ravvisabili tutti gli elementi costitutivi del delitto di infedele patrocinio; in particolare – sottolinea la Corte – perche' la condotta del legale possa essere considerata infedele non e' necessario che la stessa si concretizzi attraverso atti o comportamenti processuali. Nel caso in esame, il legale aveva di fatto concretizzato uno “sviamento dai canoni deontologici professionali” avendo impedito ai clienti di ottenere la soddisfazione delle proprie pretese.
Fonte: CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA N. 34375 DEL 23 SETTEMBRE 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS