Giovedì 21 gennaio 2010

Il padre clandestino puo' rimanere in Italia per assistere il figlio minore

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, con la sentenza n. 823 del 19 gennaio 2010, ha accolto il ricorso con cui un uomo, clandestino, aveva chiesto l'annullamento del provvedimento della Corte di Appello di Milano che aveva disposto il suo rimpatrio nonostante lo stesso fosse padre di due minori.

Mentre i giudici di secondo grado avevano ritenuto che, nel caso in esame, non sussistessero quelle condizioni di carattere eccezionale, strettamente collegate alla salute del minore, tali da giustificare, ex articolo 31 Decreto legislativo n. 286/98, la permanenza del genitore in Italia, secondo la Cassazione, per contro, poiche' la disposizione citata non tratta di situazioni eccezionali o eccezionalissime ma piu' semplicemente di “gravi motivi che vanno valutati tenendo conto delle condizioni di salute e dell'eta' del minore”, non era da ritenere che, nel caso di specie, l'interesse del minore fosse strumentalizzato al solo fine di legittimare la presenza di soggetti privi dei requisiti dovuti per la permanenza in Italia. A seguito della decisione, l'uomo potra' assistere i figli restando in Italia per altri due anni.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 32 – Clandestino salvo se padre di minore - Negri
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report