Mercoledì 28 ottobre 2009

Il Gip non puo' retrodatare l'inizio delle indagini preliminari

a cura di: eDotto S.r.l.
Le Sezioni Unite penali della Corte di cassazione, nel testo della sentenza n. 40538 del 20 ottobre scorso, hanno escluso che il giudice per le indagini preliminari possa, in caso di tardiva iscrizione della notizia di reato, “ricollocare” il termine iniziale di decorrenza delle indagini preliminari al momento in cui l’iscrizione avrebbe dovuto essere effettuata.

Ed infatti – continua la Corte – poiche' nel sistema non sono presenti disposizioni specifiche che consentano tale retrodatazione, “non e' dato neppure individuare ne' un principio generale di sindacabilita' degli atti del pubblico ministero, ne' un altrettanto generalizzato compito di garanzia affidato in particolare al giudice per le indagini preliminari, il quale non governa l’indagine ne' e' chiamato a controllarla”.

Secondo i giudici di legittimita', le uniche conseguenze che possono derivare dall’inerzia o dal ritardo dell'accusa attengono unicamente ad eventuali profili di responsabilita' penale o disciplinare.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 39- Solo il Pm fissa la data all'inchiesta - Galimberti
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS