Lunedì 21 febbraio 2011

Il diritto di recesso nella compravendita non e' limitato dal fallimento

a cura di: eDotto S.r.l.
Il curatore fallimentare può utilizzare la facoltà contenuta nell'articolo 72 della legge fallimentare, che gli consente di sciogliersi dal contratto preliminare di vendita stipulato dal fallito, fino a quando non è passata in giudicato la sentenza di trasferimento coattivo.

L'importante principio è stato affermato dai giudici della Corte di cassazione con sentenza n. 3728 del 15 febbraio 2011, sottolineando che l'attività del curatore, diretta a sciogliersi dal contratto per recuperare la caparra, trova un limite nella sentenza del giudice che ha accertato l'avvenuto recesso dal preliminare del promittente venditore, dovuto all'inadempimento del futuro compratore.

Aggiungono i magistrati che il diritto di recesso del venditore non può essere ostacolato, dopo il fallimento del compratore, dall'esercizio per mano del curatore della facoltà di sciogliersi dal contratto; infatti la decisione del giudice sulla legittimità del recesso ha effetto retroattivo.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS