Martedì 10 luglio 2012

Guida in stato di ebbrezza. Ok all’utilizzo del prelievo eseguito presso il pronto soccorso

a cura di: eDotto S.r.l.
Per la Suprema corte di cassazione – sentenza n. 26108 del 5 luglio 2012 – il prelievo ematico che venga eseguito secondo le procedure di pronto soccorso nel corso del ricovero conseguente al sinistro stradale, costituisce elemento di prova acquisito attraverso la documentazione medica, “con conseguente irrilevanza, a questi fini, della (eventuale) mancanza di consenso".

Il detto prelievo, quindi, può essere legittimamente utilizzato ai fini dell’accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza a prescindere dell’esistenza o meno del consenso informato del paziente.

Inoltre, - continua la Corte - il soggetto è legittimato ad opporre rifiuto al prelievo ematico esclusivamente nel caso in cui lo stesso prelievo sia finalizzato unicamente all’accertamento di eventuale presenza di sostanze alcoliche nel sangue.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS