Martedì 28 maggio 2013

Giudizio di affinita' in presenza di marchio noto

a cura di: eDotto S.r.l.
Secondo la Corte di cassazione – sentenza n. 13094 del 27 maggio 2013 – il giudizio di “affinità” di un prodotto rispetto ad un altro coperto da un marchio notorio o rinomato deve essere formulato – anche nel sistema previgente alle modifiche introdotte con il decreto legislativo n. 480/92, e così come da interpretarsi conformemente alla Direttiva n. 89/104/CEE - secondo un criterio più largo rispetto ai marchi comuni.

Detto giudizio di affinità – continua la Prima sezione civile di Cassazione – non può prescindere dalla forza individualizzante che il marchio medesimo ha conseguito sul mercato. Ed infatti, attraverso la divulgazione del marchio notorio, si rende partecipe il pubblico ei consumatori della stessa provenienza dei prodotti immessi al consumo ed il successo del prodotto è garantito, appunto, a parte le sue qualità intrinseche, “dalla rinomanza che la fonte produttiva ha acquistato nel tempo”.

Sulla base di questi assunti i giudici di legittimità hanno accolto il ricorso incidentale presentato dalla Barbour in una vicenda che vedeva contrapposta la medesima società con altra azienda che vendeva prodotti di cartolibreria e pelletteria, e che aveva ottenuto il permesso di utilizzare il suo stesso nome.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS