Lunedì 12 settembre 2016

Fatture per operazioni inesistenti: non si sfugge all'incriminazione

a cura di: FiscoOggi

Perché si configuri il reato è sufficiente la mera emissione del documento, non occorrendo anche la consapevolezza del meccanismo di frode finalizzata a favorire l'altrui evasione.

Qualora la fattura indichi un ammontare dell'operazione e/o dell'Iva superiore rispetto a quello reale, sorge sempre il debito d'imposta per l'intero ammontare indicato e, dunque, anche in caso di emissione effettuata per operazioni oggettivamente inesistenti, l'emittente dovrà sempre corrispondere l'intero importo.

Lo ha affermato la Cassazione con la sentenza n. 35623 del 29 agosto 2016.


Fonte: http://www.fiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS