Mercoledì 16 luglio 2014

È volutamente ampia l’espressione verbale di chiusura delle operazioni

a cura di: FiscoOggi
La formula legislativa contenuta nello Statuto dei diritti del contribuente (legge 212/2000), infatti, intende ricomprendere tutti i tipi di rapporti, anche se meramente istruttori.

L’impiego di una locuzione generica come “verbale di chiusura delle operazioni”, contenuta nel comma 7 dell’articolo 12 dello Statuto del contribuente, comprende tutte le possibili tipologie di verbali che concludono accessi, ispezioni e verifiche, indipendentemente dal loro contenuto.
Ciò al fine di garantire l’esercizio del diritto al contraddittorio anche a seguito di un verbale meramente istruttorio, pur in assenza di un successivo Pvc.
Questo è quanto stabilito dalla Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 15010 del 2 luglio 2014.

Il fatto
Le Commissioni tributarie locali avevano rigettato un ricorso volto all’annullamento dell’avviso di accertamento, per mancato rispetto del termine dilatorio di sessanta giorni, previsto dal comma 7 dell’articolo 12, legge 212/2000.
La contribuente lamentava, in particolare, l’emissione dell’atto impositivo senza previa redazione del processo verbale di constatazione, dalla cui stesura inizia a decorrere appunto il termine dilatatorio, ispirato a chiare finalità partecipative.
Pertanto, ha presentato ricorso per cassazione.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web