Lunedì 2 novembre 2009

E' legittimo il silenzio-assenso del Comune in caso di ordinanze extra ordinem

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 1732 del 2 ottobre 2009, il Tar dell'Emilia Romagna, sez. di Bologna, ha precisato che, in caso di specifiche richieste da parte dei cittadini di adozione o di piano per il risanamento acustico di un’area o di ordinanza contingibile ed urgente, non sussiste alcun obbligo di provvedere in capo al Comune.

Nel primo caso - precisano i giudici regionali - si tratta di un procedimento pianificatorio particolarmente complesso ed articolato che richiede un'approfondita fase istruttoria e che, pertanto, non puo' essere avviato a seguito ed all’esito del rimedio giurisdizionale previsto avverso il mero silenzio – rifiuto della P.A. ad adottare uno specifico provvedimento.

Nel secondo caso, ci si riferisce ad una situazione in cui non ricorrono i presupposti di legge per l’adozione di provvedimento sindacale “extra ordinem”, essendo previsti dall’ordinamento specifici strumenti giuridici (sospensione temporanea dell’attivita' e l’imposizione di limiti all’orario chiusura dei locali).
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 10 – Ordinanze urgenti eccezionali - Italia
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report