Giovedì 26 maggio 2016

E' disciplinarmente responsabile l'avvocato le cui condotte si riflettono negativamente sull'attività professionale e compromettono l'immagine dell'avvocatura

a cura di: AteneoWeb S.r.l.

Il Consiglio Nazionale Forense, con la sentenza n. 145 del 24 settembre 2015 si e' espresso relativamente alla potenziale rilevanza deontologica della vita privata del professionista chiarendo che "deve ritenersi disciplinarmente responsabile l'avvocato per le condotte che, pur non riguardando strictu sensu l'esercizio della professione, ledano comunque gli elementari doveri di probità, dignità e decoro e, riflettendosi negativamente sull'attività professionale, compromettono l'immagine dell'avvocatura quale entità astratta con contestuale perdita di credibilità della categoria. La violazione deontologica, peraltro, sussiste anche a prescindere dalla notorietà dei fatti, poiché in ogni caso l'immagine dell'avvocato risulta compromessa agli occhi dei creditori e degli operatori del diritto".

Clicca qui per accedere al testo integrale della sentenza.


Fonte: http://www.codicedeontologico-cnf.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS