Giovedì 20 ottobre 2011

Deroghe ai minimi tariffari di avvocato solo se motivate o se c'e' l'accordo delle parti

a cura di: eDotto S.r.l.
E' stato accolto, con rinvio, dalla Corte di cassazione – sentenza n. 21633 del 19 ottobre 2011 – il ricorso presentato da un legale avverso il provvedimento con cui il Tribunale aveva liquidato, senza fornire alcuna motivazione, le spese del doppio grado di una lite in una somma che era risultata inferiore ai minimi tariffari di avvocato.

I giudici di legittimità hanno aderito alle doglianze dell'avvocato sottolineando come, allo stato, la normativa sui minimi tariffari sia ancora in vigore non essendo stata abrogata dalle disposizioni dell'articolo 2 della Legge Bersani che permette deroghe su accordo delle parti. Accordo che, nella specie, non c'era stato.

In definitiva, – si legge nel testo della decisione – il giudice di merito, nella liquidazione delle spese di lite “non può limitarsi a una apodittica fissazione del compenso spettante al professionista, ma deve determinare, soprattutto in presenza di una nota specifica prodotta dalla parte vittoriosa, l'ammontare del compenso dovuto, specificando il sistema di liquidazione adottato e la tariffa professionale applicabile alla controversia”.
Fonte: http://rassegna.lavoro.gov.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali