Giovedì 22 aprile 2010

Depositate le motivazioni sul caso Mills: la corruzione c'e' stata ma il reato e' prescritto

a cura di: eDotto S.r.l.
Sono state depositate il 21 aprile, dalle Sezioni unite penali di Cassazione, le motivazioni della sentenza n. 15208 con la quale, lo scorso 25 febbraio, e' stata annullata, per intervenuta prescrizione del reato, la condanna impartita dai giudici dei gradi precedenti nei confronti dell'avvocato inglese David Mills, accusato del reato di corruzione in atti giudiziari.

Ai sensi della pronuncia, e' risultata, comunque, verificata la sussistenza degli estremi del reato in capo all'imputato, colpevole per corruzione in atti giudiziari nella forma susseguente, con il pagamento corruttivo cioe', successivo alla deposizione reticente. Ed il “fulcro della reticenza” dell'avvocato Mills, in ciascuna delle sue deposizioni, si incentrerebbe, in definitiva, “nel fatto che egli aveva ricondotto solo genericamente a Fininvest, e non alla persona di Silvio Berlusconi, la proprieta' delle societa' offshore, in tal modo favorendolo in quanto imputato in quei procedimenti”. A prescindere dalla prescrizione, quindi, Mills e' stato condannato a risarcire la Presidenza del Consiglio di 250 mila euro per danno all'immagine dello Stato e 10 mila euro per spese processuali.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web