Mercoledì 7 aprile 2010

Corte Ue: paletti alla concessione di lavori pubblici per il soggetto proprietario del terreno

a cura di: eDotto S.r.l.
Secondo la sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia europea il 25 marzo 2010 nella causa C-451/08 non costituisce appalto pubblico di lavori ai sensi dell’art. 1, n. 2, lett. b), della direttiva 2004/18 la vendita ad un’impresa, da parte di un’autorita' pubblica, di un terreno non edificato o avente immobili gia' edificati. Secondo la normativa, per aversi appalto pubblico di lavori l’autorita' pubblica deve presentarsi come acquirente e non venditrice; inoltre l’oggetto dell’appalto deve riguardare l’esecuzione di lavori. In secondo luogo la nozione di appalti pubblici di lavori, ai sensi del suddetto articolo, richiede che i lavori oggetto dell’appalto vengano eseguiti nell’interesse economico diretto dell’amministrazione aggiudicatrice, ma non e' condizione indispensabile che i lavori oggetto dell’appalto siano eseguiti materialmente o fisicamente per l’amministrazione aggiudicatrice. Infine la Corte Ue ha negato l’esistenza di una concessione di lavori pubblici, ai sensi dell’art. 1, n. 3, della direttiva 2004/18, quando l’unico soggetto cui la concessione puo' essere attribuita sia gia' proprietario del terreno su cui l’opera deve sorgere o se la concessione non ha limiti temporali. Infatti se “un operatore disponga del diritto di gestire il terreno di cui e' il proprietario, risulta essere esclusa, in linea di principio, la possibilita' che un’autorita' pubblica attribuisca una concessione avente ad oggetto la gestione stessa”.
Fonte: ItaliaOggi, p. 33 – Terreni, proprieta` senza concessioni - Mascolini
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS