Mercoledì 28 aprile 2010

Confisca del motorino se lo si utilizza per commettere un reato

a cura di: eDotto S.r.l.
I giudici della Quarta sezione penale della Cassazione - sentenza n. 16130 depositata lo scorso 26 aprile – si sono pronunciati in una vicenda in cui un uomo, alla guida di un motorino dopo che aveva bevuto, era stato fermato dalla Polizia e sanzionato per guida in stato di ebbrezza. Contestualmente, anche se il suo tasso alcolemico era inferiore a quello previsto dalla legge per fare scattare la confisca obbligatoria del veicolo, gli era stato comunque applicato il sequestro finalizzato alla confisca del mezzo.

In primo grado, il Tribunale di Pordenone, pur confermando la condanna per guida in stato di ebbrezza, aveva escluso l'applicazione della confisca. Il Procuratore della repubblica aveva quindi presentato ricorso dinanzi alla Corte di legittimita'. Quest'ultima, tuttavia, ha spiegato che la confisca va sempre disposta solo nei casi in cui il mezzo sia stato adoperato per commettere un reato; occorre, cioe', un rapporto strumentale tra il mezzo ed il reato che sia conseguenza di una volontaria condotta tendente alla commissione del reato. In assenza di tale volontarieta' – concludono i giudici - non si deve procedere alla confisca in quanto, diversamente ragionando, sarebbe sufficiente un piccolo sinistro con lesioni colpose per procedere alla sottrazione del veicolo.
Fonte: ItaliaOggi, p. 23 – Guida alterata, senza dolo non si confisca il motorino - Manzelli
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS