Giovedì 7 ottobre 2010

Confermata la misura cautelare al padre che tratta per vendere la figlia

a cura di: eDotto S.r.l.
La Quinta sezione penale della Cassazione, con la sentenza n. 35923 del 6 ottobre 2010, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da un padre avverso l'ordinanza con cui il Tribunale della Liberta' di Trieste aveva disposto nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere a seguito dell'accusa di riduzione in schiavitu' della figlia minore.
In particolare, a seguito delle intercettazioni disposte sulle utenze telefoniche dell'uomo erano state desunte delle trattative per la vendita della minore. L'uomo si era opposto alla misura sostenendo che fossero assenti le prove della riduzione in schiavitu' della figlia; lo stesso, con riferimento alla somma asseritamente pattuita per la compravendita, aveva spiegato che si trattava esclusivamente di una somma a titolo di dote. 
Scusa, quest'ultima, ritenuta improponibile per la Cassazione la quale ha ricordato come, solitamente, per la costituzione della dote e' la famiglia della ragazza a versare dei soldi o dei beni alla famiglia dello sposo e non viceversa.
Fonte: http://static.ilsole24ore.com
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS