Martedì 8 marzo 2011

Condanna per diffamazione anche con l'utilizzo di nickname anonimo

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, con la sentenza n. 8824 del 7 marzo 2011, ha confermato la condanna per diffamazione impartita dai giudici di merito nei confronti di un uomo che, in un forum online, aveva offeso ed ingiuriato il suo avversario politico.

Anche se l'uomo aveva utilizzato ed utilizzava un nickname anonimo, lo stesso è stato rintracciato dalla Polizia postale per mezzo dell'indirizzo IP, il numero di identificazione, cioè, che viene assegnato sulla rete internet mondiale e che – sottolineano i giudici di legittimità - appartiene “in via esclusiva a un determinato computer connesso”.

Secondo la Corte, non era possibile pensare che, nella specie, si fosse concretizzata un'intrusione su internet da parte di un terzo che avesse utilizzato il nickname dell'imputato; e ciò in quanto troppi erano i dettagli che l'eventuale terzo avrebbe dovuto conoscere sulla vittima.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS